L’Italia si frantuma

19 Nov

19 Novembre 2014

L’Italia si frantuma.

In questi giorni purtroppo si parla dei grandi disastri in varie parti d’Italia e sentendo le persone del posto, questi eventi si ripetono da più di trent’anni senza che nessuno abbia fatto nulla.
Dalle tante interviste che si sentono sulle cause di tutto questo, vi sono ancora dei personaggi pubblici che ci vogliono far credere che fra le tante cause ci sono i condoni effettuati dai governi centrali. Dico questo perché, se le amministrazioni locali, dai comuni alle regioni, avessero avuto degli amministratori competenti in materia e onesti, oltre a fare interventi di prevenzione dei fiumi, dei boschi ecc. avrebbero avuto sotto controllo i loro territori. Non ci sarebbe stato abusivismo e di conseguenza neppure i condoni. Dei bravi amministratori, in base al piano regolatore, farebbero costruire in zone sicure e non a rischio. Non mi si dica che un’abitazione o un palazzo si costruisce dalla sera alla mattina e quindi passa inosservato.
Il fatto é un’altro e qui noi cittadini, non tutti naturalmente, dobbiamo fare un meaculpa. Come siamo capaci di piangere giustamente quando in pochi attimi si viene privati dei propri cari, delle nostre case e dei nostri ricordi, siamo altrettanto bravi a “piangere”quando ci rivolgiamo alle nostre autorità per chiedere raccomandazioni, per chiudere un occhio in certe situazioni … insomma “corruzione”. Ed ecco che troviamo amministratori mai sazi e molto abili non solo a chiudere entrambi gli occhi ma anche ad aprire qualcos’altro … Credo di conseguenza che anche per rispetto verso i cittadini onesti, sino a quando dura tale situazione, il condono sia giusto e indispensabile. Giusto pertanto far pagare magari una penale a quelle persone che sono state si facilitate nel costruire abusivamente ma comunque in zone abilitate. Chi è stato facilitato a costruire in posti non idonei non deve invece usufruire del condono. In quest’ultimo caso le autorità competenti che prima illegalmente hanno fatto costruire, devono fare demolire l’immobile affrontando esse stesse le proprie responsabilità.

 

3 Risposte to “L’Italia si frantuma”

Trackbacks/Pingbacks

  1. La scelta di non andare a votare | nessunapretesa - 2 gennaio 2015

    […] Corruzione!” 063) Pirati della strada e Pedoni 064 )Giustizia! Il caso di Yara Gambirasio 065 )L’Italia si frantuma    (Sui disastri  per le alluvioni) 066 ) La scelta di non andare a […]

    Mi piace

  2. Giustizia! Il caso di Yara Gambirasio | nessunapretesa - 2 gennaio 2015

    […] Corruzione!” 063) Pirati della strada e Pedoni 064 )Giustizia! Il caso di Yara Gambirasio 065 )L’Italia si frantuma    (Sui disastri  per le alluvioni) 066 ) La scelta di non andare a […]

    Mi piace

  3. Argomenti diversi | nessunapretesa - 22 gennaio 2015

    […] Corruzione!” 063) Pirati della strada e Pedoni 064 )Giustizia! Il caso di Yara Gambirasio 065 )L’Italia si frantuma    (Sui disastri  per le alluvioni) 066 ) La scelta di non andare a […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: